Rapporto sullo Stato dell'Ambiente in Lombardia​

​Il Rappo​rto sullo Stato dell’Ambiente in Lombardia vuole fornire una informazione sintetica ma allo stesso tempo precisa ed articolata sulla situazione ambientale della nostra regione.

 

​​L’ambiente è analizzato nelle sue principali componenti attraverso l’utilizzo di indicatori, ovvero di informazioni numeriche e grafiche in grado di rappresentare su scala regionale l’andamento nel tempo di parametri sign​ificativi.

©Davide Necchi – www.davnec.ue​​​​

​Agli indicatori si affiancano testi descrittivi delle diverse tematiche, dati numerici che consentono un maggior dettaglio nell’informazione e modelli concettuali che guidino il lettore nella comprensione delle relazioni tra le diverse componenti ambientali.
 
Il Rapporto viene presentato in formato HTML, consentendo una più agile navigazione tra le  diverse parti che lo costituiscono. Allo stesso tempo il formato ipertestuale consente l’aggiornamento dei contenuti durante l’anno, fornendo di volta in volta le informazioni aggiornate disponibili. Gli aggiornamenti sono puntualmente segnalati in questa sezione.​​​​​​​​​​​​​

 
News​

26/09/2916  ​Pubblicati i nuovi capitoli "Frane" e "Radiazioni Ionizzanti (IR)" con i dati 2015

20/09/2016  Pubblicato il nuovo capitolo "Acque" con i dati fino al 2015

04/02/2016  Pubblicato il capitolo "Idrometeorologia" con i dati 2014

15/01/2016 – Pubblicato il nuovo indicatore "Popolazione Effettiva" con i dati 2014​

04/12/2015 Pubblicato il capitolo "Valanghe" con i dati della stagione invernale 2014-2015

19/10/2015 Pubblicato il nuovo capitolo "Suolo" con i dati fino al 1° trimestre 2015

15/10/2015 Pubblicato il nuovo indicatore "Popolazione Effettiva" con i dati 2013

06/10/2015  Pubblicato il nuovo capitolo "Acque" con i dati del 2014

24/09/2015 Pubblicato il nuovo capitolo "Radiazioni non ionizzanti (NIR)" con i dati del 2014

23/09/2015  Pubblicato il nuovo capitolo "Rumore" con i dati del 2014 e con i dati di zonizzazione acustica aggiornati fino a luglio 2015

22/09/2015 Pubblicato il nuovo capitolo "Radiazioni ionizzanti (IR)' con i dati del 2014

21/09/2015 Pubblicato il nuovo capitolo "Controlli-Depuratori" con i dati del 2014

21/09/2015 Pubblicato il nuovo capitolo "Aria" con i dati del 2014

30/07/2015 Pubblicato il nuovo capitolo "Valanghe" con i dati del 2014

05/05/2015 Pubblicato il nuovo capitolo "Frane" con i dati fino ad aprile 2015

20/01/2015 Pubblicato il nuovo indicatore "Popolazione effettiva" con i dati 2012​

04/12/2014 Pubblicato il nuovo capitolo "Rischi naturali" con i dati del 2013​

20/11/2014  Pubblicato il nuovo capitolo "Rifiuti" con i dati del 2012/2013​

19/11/2014 Pubblicato il nuovo capitolo "Idrometeorologia" con i dati del 2013​

11/11/2014  Pubblicato il nuovo capitolo "Acque" con i dati del 2013​

10/11/2014 Pubblicato il nuovo capitolo "Aria - Qualità dell'aria" con i dati del 2013​

05/11/2014  Pubblicati i nuovi capitoli: "Suolo" con i dati aggiornati al 3° trimestre del 2014 e  "Controlli" con i dati del 2012​

04/11/2014 Pubblicato il nuovo capitolo "Radiazioni non Ionizzanti (NIR)" con i dati del 2013​​​

31/10/2014 – Pubblicato il nuovo capitolo "Rumore" con i dati del 2013


 
​29/05/2014  – Pubblicata la nuova versione del Rapporto sullo Stato dell’Ambiente
In evid​enza
​Pubblicati i capitoli "Frane" e "Radiazioni Ionizzanti (IR)" con i dati del 2015

Frane

In linea generale il 2015, contrariamente alla precedente annualità, non ha fatto registrare riattivazioni significative dei dissesti anche in considerazione delle minori precipitazioni.

Si segnala solo, a causa delle abbondanti piogge nella zona dell'alto Lario di fine settembre, un episodio di riattivazione di un settore della frana " Madonnina Macialli" situata fra i Comuni di Gera Lario e Montemezzo che ha reso necessario un costantemente monitoraggio degli eventi pluviometrici nonché l'evoluzione del dissesto allertando prontamente il sistema di Protezione Civile Regionale.

Radioattività

Il controllo della radioattività artificiale in Lombardia viene effettuato sistematicamente dal 1986, anno dell'incidente alla centrale elettronucleare di Chernobyl, che è stato ad oggi l'evento che ha causato la maggior contaminazione radioattiva sul territorio lombardo.

Ad oggi però la contaminazione residua dei principali componenti dell'alimentazione umana è osservabile solo grazie all'estrema sensibilità delle tecniche analitiche impiegate. Anche dove la contaminazione residua è più elevata (ambiente selvatico e montuoso) i livelli misurati non destano alcuna preoccupazione.

Dalla sezione Tematismi Ambientali del menù sulla destra si può accedere al dettaglio di ciascuno dei due temi, mentre dalle voci Indicatori si può accedere direttamente alle elaborazioni tabellari e grafiche relative all'anno di interesse.​






 

​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​